Un lavoro minimo garantito per tutti

In questi giorni di campagna elettorale, varie forze politiche propongono e promettono di dare un salario minimo garantito (di vari importi anche rilevanti come, ad es. 1.000€) a tutti i cittadini in necessità.

Più che ad un salario minimo garantito si dovrebbe puntare ad un lavoro minimo garantito sia per evitare che molti possano profittare e “sedersi” (facendo anche lavori in nero…), sia soprattutto per riconoscere il diritto fondamentale del lavoro evidenziato anche nella Costituzione Italiana, evitando “elemosine” umilianti e degradanti….
Se si pensa alla necessità di eliminare il degrado ambientale del paese; alla urgenza di risolvere i problemi legati ai rifiuti, alla cura del territorio, e dei beni pubblici e culturali, ci sarebbero tanti lavori socialmente utili da fare.

Oltre a creare un sistema in grado di fare formazione professionale sui più vari settori, alcuni di tali lavori comporterebbero anche un ritorno economico immediato e rilevante come, ad es. la cura delle ricchezze artistiche e storiche che caratterizzano ogni angolo del territorio italiano. Altre nazioni hanno molte meno ricchezze storiche ed artistiche ma fanno molto più di noi per valorizzarle e renderle facilmente fruibili al pubblico.

Inoltre, più persone avrebbero migliore capacità di acquisto e riavviare così l’economia.

Quindi, non salario minimo garantito ma lavoro minimo garantito.

 

Inizio modulo

Fine modulo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...