Gruppo di acquisto locale

La Cooperativa Sociale Ama Mapu propone un Gruppo di Acquisto Locale

Ai supermercati arrivano merci da ogni parte del mondo Le distanze comportano costi proporzionali di trasporto, stoccaggio e conservazione.

Nonostante tali costi spesso le merci prodotte lontano risultano concorrenziali rispetto a quelle locali

Questo avviene per vari motivi:

  1. a) minori costi

     della manodopera,

     delle materie prime,

     di tasse, contributi,

     assicurazioni, ecc.

  1. b) costi non conteggiati nei prezzi al consumo:

– inquinamento atmosferico e ambientale

– malattie da inquinamento

– effetto serra

– deterioramento di mezzi e vie di comunicazione

– spreco di risorse come carburanti e altre materie prime già in esaurimento sul Pianeta

Sfruttando la produzione ed il consumo locale al massimo delle potenzialità si avrebbe un calo notevole della circolazione di mezzi e persone con evidenti benefici sul traffico, ed una forte riduzione di incidenti, feriti e morti.

Sarebbero inoltre meno necessarie grandi opere come la TAV o il ponte sullo stretto di Messina

I costi non conteggiati nei prezzi al consumo ricadono sulla comunità sia come peggioramento della qualità di vita umana che dell’intero sistema sia come costi economici per il sistema sanitario ed altro

In questo contesto va considerato anche il fatto che, negli ultimi decenni si è accentuata molto la tendenza a costituire grandi società e complessi economici per affrontare meglio la globalizzazione. Questo ha comportato che spesso tali società scaricano sul locale problemi, costi sociali ed ambientali mentre spostano gli utili ove la tassazione è minore o, non di rado, nei paradisi fiscali.

Se ai prezzi al consumo fossero aggiunti i costi non conteggiati che incidono sull’ambiente, sulla comunità e sugli individui, molti prodotti locali risulterebbero convenienti.

In aggiunta i prodotti locali garantiscono maggiore freschezza e sapore poiché raccolti da poco e più maturi oltre ad un controllo più facile dei metodi adottati da parte dei consumatori.

Purtroppo non possiamo cambiare radicalmente e presto il sistema, ma è possibile liberarcene parzialmente promuovendo la consapevolezza e creando alternative con reti locali di produzione e di consumo che, avvicinando i produttori ai consumatori, consentono sostenibilità economica ed ambientale (filiera corta)

Possiamo anche chiedere agli enti pubblici di spostare parte della tassazione in modo proporzionale sulle lunghe percorrenze delle merci in modo da addebitare loro i costi che ricadono sulla società e sull’ambiente

Per questo la Cooperativa Ama Mapu propone un Gruppo di Acquisto e seleziona prodotti locali ottenuti con sistemi idonei a salvaguardare più possibile la salute e l’ambiente e, insieme agli articoli del reparto dello sfuso, li distribuisce agli aderenti

Tutto questo cercando di applicare prezzi in linea con quelli della grande distribuzione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...