Nuove forme di lavoro: la raccolta differenziata porta a porta

Le ragioni della raccolta “porta a porta”
Perché in questo modo si aumenta la quantità e la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti, incrementando la percentuale dei rifiuti da riciclare e contribuendo così a diminuire la quantità da conferire in discarica.
E’ inoltre un modo per responsabilizzare ogni cittadino sul corretto conferimento dei rifiuti e per migliorare l’aspetto dell’arredo urbano attraverso l’eliminazione dei cassonetti su strada.
La raccolta “porta a porta” è un modo per aiutare i cittadini a “fare la differenza”.

Originale

Ndr:

La raccolta differenziata porta a porta può creare molti posti di lavoro e risorse sia come riciclaggio di varie tipologie di rifiuti sia come riuso dell’usato (dopo eventuali riparazioni ed aggiustamenti).

Ovviamente, sia il riciclaggio che il recupero dell’usato, oltre a diminuire l’inquinamento e il costo dello smaltimento dei rifiuti, diminuisce anche lo sfruttamento delle risorse naturali ed i relativi costi ecologici.

Siamo abituati a considerare che, ad un certo punto, non convenga più riparare gli oggetti; meglio comprarli nuovi. Ma, in questo calcolo di convenienza, non poniamo mai l’insostenibilità dello sfruttamento eccessivo delle risorse e l’inquinamento legato alle varie fasi della produzione. Tenendo conto anche di questi parametri ci si rende conto che vi è molta più convenienza nel riparare/adattare l’usato di quanto siamo abituati a ritenere. Questo aspetto dovrebbe essere considerato ed incentivato soprattutto dagli enti pubblici in quanto i benefici ambientali e lo sfruttamento sconsiderato delle risorse riguarda tutta la società. Per questo, non solo non andrebbero incentivate le cosiddette rottamazioni, ma si dovrebbe fare l’opposto offrendo incentivi per il recupero e l’adeguamento dell’usato (ad es. rendendolo meno inquinante).

Tornando all’articolo Nuove forme di lavoro – Ritorno alla terra, è opportuno ricordare che, l’umido raccolto con cura può essere utilizzato per la produzione di terriccio, ma, ove possibile, può essere sotterrato direttamente nel terreno diminuendo o escludendo completamente il costo dei fertilizzanti.

Annunci

Una risposta a “Nuove forme di lavoro: la raccolta differenziata porta a porta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...